(iniziato il 12-6-2017; terminato il 3-1-2017 SS. Nome di Gesù)

REGIA: don Roberto Paola
COREOGRAFIE: Nela Lucic, Rita Pasqualoni
SCENOGRAFIE: Nadia Pisano
MUSICHE: Simone Faina
LUCI:
Personaggi:
MARIA SANTISSIMA: Nela Lucic
REGINA DELLA FEDE: Rita Pasqualoni
NONNA: Laura Spione
SATANA: Laura Spione
MOSTRO DELLA SUPERBIA: Rita Pasqualoni
PIERRE O BEATO ALANO BAMBINO: Beatrice Cucchiella
BEATO ALANO: don Roberto Paola
RELATORE: Manetti Umberto
CORRELATORE PROF. FERRICO: Corrado Cafarotti
MAËLLE BAMBINA: Gloria
MAËLLE ADULTA: Nadia Pisano
PADRE DOMENICANO: Paolo Desideri
TESTIMONE 1: Desideri Paolo
TESTIMONE 2: Tetiana Bratiscko
TESTIMONE 3: Varvara Slivkina
TESTIMONE 4: Raffaella, madre Gloria,
TESTIMONE 5: Laura Spione
TESTIMONE 6: nonno Gloria
TESTIMONE 7: Antonia Ciracò
ANIMAZIONE E ANGELI: Varvara Slivkina, Tetyana Bratishko, Gloria…
DIAVOLETTI: Beatrice Cucchiella, Marianna, Gloria…

RELATORE: Oggi la nostra Università di Rostock gioisce per un nuovo dottore e professore in Teologia: Alanus de Rupe, Alano della Rupe, la cui tesi di dottorato è: "Il Segreto dell'Ave Maria"!
Il correlatore della tesi sarà il prof. Ferricus di Cluny, che cercherà di confutare la tesi difesa dal dottorando Alano della Rupe. Diamo ora la parola al dottorando Alano della Rupe.

ALANO: Reverendi Professori e auditori, la mia Tesi teologica riguarda le Ricchezze contenute nelle 150 Ave Maria del Rosario.
Il Santissimo Rosario, infatti, è la Rupe che contiene le 150 Gemme preziosissime delle Ave Maria: vi invito, pertanto, ad aprire gli occhi della fede e a volare, attraverso le ali della teologia e della mistica, verso la Rupe del Santissimo Rosario…

Si spengono le luci e inizia il canto: Quando dico Ave Maria (v. Albero dalle 150 Rose).

Quando dico Ave Maria, la terra gioisce
Quando dico Ave Maria, Satana fugge,
Quando dico Ave Maria, l'inferno svanisce
Quando dico Ave Maria, il mondo scolora
Quando dico Ave Maria, il Cielo si avvalora
Quando dico Ave Maria, la tiepidezza sparisce,
Quando dico Ave Maria, la carne infiacchisce
Quando dico Ave Maria, la tristezza svanisce,
Quando dico Ave Maria, la gioia travolge
Quando dico Ave Maria, la pietà irrompe,
Quando dico Ave Maria, la conversione sconvolge
Quando dico Ave Maria, la speranza rinasce,
Quando dico Ave Maria, la consolazione rifiorisce
Quando dico Ave Maria, l'anima risorge,
Quando dico Ave Maria, il cuore trova pace.

Reverendi Professori e auditori, avete udito bene: le 150 Ave Maria del Rosario sono una
Rupe prodigiosa, ripiena di gemme preziose: nella quale ogni Gemma illumina, cura, guarisce.
Chi entra in questa Rupe sarà libero da tutti i mali, perché l'Ave Maria è il rimedio a tutti i mali...nei Misteri Gaudiosi ecco le Gemme delle prime 50 Ave: il Diamante della Purezza, il Rubino della Sapienza, la Perla della Grazia, il Diaspro della Perfezione, lo Zaffiro del Potere.

l'Ave è il nuovo paradiso terrestre
l'Ave è il Cielo di centocinquanta stelle
l'Ave è il Sole che illumina il mondo
l'Ave è la Fonte d'Acqua viva
l'Ave è l'Albero della Vita

l'Ave è l'Albero del Bene
l'Ave è il Giardino delle Grazie
l'Ave è la Miniera delle Gemme
l'Ave è la Stella del mare
l'Ave è la Corona dei meriti

Nei Misteri Dolorosi ecco le Gemme delle seconde 50 Ave: il Calcedonio della Misericordia, lo Smeraldo del buon Matrimonio, il Sardonico del buon Nome, la Sardonice della Prosperità, il Crisolito della Salute.

l'Ave è la Veste Regale
l'Ave è il Castello di Dio
l'Ave è il Giardino dello Spirito
l'Ave è il Tempio d'Oro e di Gemme
l'Ave è la Città dei Rosarianti

l'Ave è la Vite di Engaddi
l'Ave è la Scala di Giacobbe
l'Ave è l'Arca dell'Alleanza
l'Ave è l'Arca nel diluvio
l'Ave è l'Arcobaleno dopo la tempesta

Nei Misteri Gloriosi ecco le terze 50 Ave: il Berillio dell'invincibilità, il Topazio delle Ricchezze, il Crisoprasio della Forza, il Giacinto Medicamentoso, l'Ametista della Verità. E, se ogni Ave contiene in miniatura tutte queste Gemme, nei 15 Misteri del Rosario attingiamo a tutte queste Gemme, e ci arricchiamo di ogni dono...

l'Ave è il Monte che sale a Dio
l'Ave è il Campo delle Virtù
l'Ave è la Celeste Melodia
l'Ave è il Bosco di riparo
l'Ave è il Prato delle greggi di Cristo

l'Ave è il ruscello d'acqua pura
l'Ave è il Mare mai in tempesta
l'Ave è la Mensa divina
l'Ave è la Bilancia delle opere
l'Ave è la Biblioteca del Sapere

PRESIDENTE: Una tesi affascinante...dunque il Segreto dell'Ave Maria riguarda la ricchezza delle Gemme Spirituali contenute al suo interno, e che, percorrendole nel Santissimo Rosario, apportano ciascuna un dono di grazia che viene a sanare la persona...diamo ora la parola al correlatore, il Chiarissimo Professor Ferrico di Cluny, che avrà il ruolo di accusatore della Tesi, affinchè il dottorando possa difenderla.

PROF. FERRICO: Egregio dottorando, Alano della Rupe, voi avete costruito una tesi alquanto ardita, dimostrando le vostre alte conoscenze teologiche, che avete abilmente agganciato al Trattato del famoso Lapidario sulle virtù delle gemme... una tesi ardita, e, oserei dire, alquanto fantasiosa...le Ave Maria le avete descritte come Gemme che si scoprono nella recita dei quindici Misteri del Rosario...vi domando allora: perchè mai le gemme della Grazia, Dio le avrebbe riposte proprio nelle 150 Ave Maria del Rosario e non nella Lectio Divina, la preghiera che scava la Rupe della Parola di Dio? Cosa avrebbe mai il Rosario in più della Sacra Scrittura? In altre Parole, cosa ha di così prodigioso questo vostro Rosario, di cui voi avete scritto così ampiamente, e con così grande passione?

ALANO: Professore, le Gemme della Rupe prodigiosa, sono le Gemme della Corona Regale di Maria Santissima, quando Ella fu Assunta in Cielo e Coronata Regina del Cielo e della terra da Gesù.
E' Lei la Rupe, è Lei la Miniera di Gemme delle Virtù e delle Grazie: entrando in contatto con Lei nel Rosario, non possiamo non imitarLa… non è possibile rimanere presso il fuoco e non scaldarsi, presso una sorgente d'acqua e non bagnarsi, o in un giardino di piante aromatiche e non impregnarsi di aromi.

ALANO: Perchéèè, peeerchèè, peeerchèè, peeerchèèè, peeerchèèè:

l'Ave è la Stanza dei Tesori di Dio
l'Ave è il Cantiere del mondo
l'Ave è la Valle dell'Umiltà
l'Ave è il Granaio di Misericordia
l'Ave è l'Altare di Dio

l'Ave è il Profumo di fragranza
l'Ave è il Libro della Vita
l'Ave è la Via verso il Cielo
l'Ave è lo Scudo contro il male
l'Ave è la saetta della Virtù

TESTIMONI
E' Lei, è Maria, che dona contentezza e coraggio ai suoi Rosarianti.
E' Lei, che rende immuni dalle seduzioni degli errori, dalle eresie, e dagli inganni del mondo.
E' Lei, che protegge dai pericoli dei nemici visibili ed invisibili.
E' Lei, che rende insuperabili nelle dispute.
E' Lei, che infiamma e dà forza.
E' Lei, che è stata esaltata al di sopra di ogni creatura.
E' Lei che predilige l'amore coniugale verginale e santo.
E' Lei, che scampa dalla morte improvvisa e libera dalla cattiva morte.
E' Lei, che muta le nostre rigidità in Misericordia.

FERRICO: Silenzio in aula, per favore!

l'Ave è la Veste della Purezza
l'Ave è lo Sposalizio Celeste
l'Ave è la Ghirlanda dei Beati
l'Ave è la Porta della Salvezza
l'Ave è il Forno del Pane Angelico

l'Ave è il Muro della Città di Dio
l'Ave è la nube di rorida pioggia
l'Ave è la Dispensa delle Grazie
l'Ave è lo Specchio del Cielo
l'Ave è la Terra nuova

TESTIMONI
E' Lei che ci porta la Gioia di contemplare i Misteri Celesti.
E' Lei che allontana la lussuria, la bestemmia e le calunnie.
E' Lei, che dona forza al corpo e sensibilità all'anima.
E' Lei che espelle i veleni dei peccati e sana le nostre infermità.
E' Lei che toglie i pensieri e le fantasie cattive, e dona pensieri buoni.
E' Lei, che allontana la sonnolenza dell'accidia, e dona gioia e operosità.

PRESIDENTE: Calmatevi per favore!

l'Ave è lo Scrigno della Sapienza
l'Ave è l'Amore di Dio
l'Ave è la Città dei Santi
l'Ave è il Trono di Misericordia
l'Ave è lo Scettro di Maria

l'Ave è la Strada che porta al Cielo
l'Ave è la Cornucopia della Provvidenza
l'Ave è il Cantico contro lucifero
l'Ave è la Speranza dei Patriarchi
l'Ave è la Prima delle profezie

l'Ave è la Fede degli Apostoli
l'Ave è la Forza dei Martiri
l'Ave è la Scienza dei Sapienti
l'Ave è il legame tra cielo e terra
l'Ave è la Perseveranza nelle prove

TESTIMONI
E' Lei, è Maria, che toglie i pensieri e le fantasie cattive.
E' Lei, che dona pensieri buoni per ricercare la verità e fugare la menzogna.
E' Lei, che ci conduce alla Vita Eterna.
E' Lei che mette in fuga i demoni, libera dalle influenze negative, e dà successo ai nostri sforzi.

ALANO
I poteri delle Gemme dell'Ave Maria sono immense, così come il cielo supera una sola stella.
Lodate tutti, dunque, Maria nel Rosario, che contiene i centocinquanta Medicamenti, per i centocinquanta mali dell'umanità.

l'Ave è la Vita della Perfezione
l'Ave è la Gloria Sacerdotale
l'Ave è la Purezza delle Vergini
l'Ave è il Metro di misura del mondo
l'Ave è la Via Semplice

l'Ave è la Mano tesa di Maria
l'Ave è il Coraggio di Cristo
l'Ave è la Contemplazione di Dio
l'Ave è il Cielo dentro di noi

Aaaave Mariaaaa.
Ave Maria,
Gratia Plena,
Dominus tecum,
Benedicta tu in mulieribus,
et benedictus fructus
ventris tui Ieeesus.
Sancta Maria,
Mater Dei,
ora pro nobis
peccatoribus,
nunc et in hora
mortis nostrae,
Aaaaameeeen.

CANTO: E' LEI
E' Lei che ci offre il Latte del Rosario
E dona forza ai rosarianti suoi
E' Lei a liberarli da errori e da eresie
Da inganni e da artifici li difenderà

E' Maria che protegge dai pericoli
Dai nemici visibili e invisibili
E' Maria che rende invincibili
Perchè Lei è la Regina delle vittorie

E' Lei che da vita ad ogni opera buona
E infiamma i cuori di chi le fa
E' Lei che ha portato nel grmbo suo Gesù
Ed è esaltata Madre di Dio

E' Maria che predilige la verginità
Perchè di Dio Lei è la sposa
E' Maria che ci scampa dalla morte
Perchè è la Regina della Vita

E' Maria che ci dona misericordia
E ci dona compassione verso gli altri
E' Maria la Rupe delle Grazie
La Miniera delle gemme delle virtù

(avviene un grandissimo applauso da parte degli auditori della Confraternita)

FERRICO: Silenzio, per favore! Alano della Rupe, voi non solo avete scritto nella vostra Tesi queste vostre opinioni, ma avete avuto anche l'ardimentoso ardire, scusate l'eufemismo, di sostenere che il Rosario avrebbe anche un Segreto che nessuno conosce fuorchè voi e San Domenico di Guzman, al quale la Madonna, nel 1212, diede il Rosario.
Un Segreto che avete posto come "prova sperimentale del Rosario"!
A questo punto vi chiedo di dimostrarci la tesi, svelandoci il Segreto del Rosario, il punto di partenza di tutte le vostre affermazioni.

ALANO: Professore il Segreto non può essere svelato.
Può essere visibile con i soli Occhi dell'Anima, ma non per questo è meno vero e reale di quello che si percepisce coi sensi!

FERRICO: Ma è contrario alla metodologia scientifica di una Tesi di dottorato far derivare tutte le conseguenze da una premessa invisibile e indicibile!
Un "Segreto" non può diventare la "causa" di un "effetto", la "forma" di una "sostanza", se non quando viene svelato e dimostrato tale!
Ditemi dunque quale segreto potrà mai avere questa devozione dal contenuto alquanto povero e banale, praticata nei crocicchi, dalle donnicciole e dalle ragazzine?!
Un eccelso Maestro di Sacra Teologia, e di elevatissime capacità, quale siete voi, non date certo prova del vostro grande valore, con questa bazzecola da tre soldi, degna litania delle cornacchie!
Che senso ha, ripetere per 150 volte la stessa medesima preghierina, che voi chiamate Rosario o Salterio di Gesù e di Maria?

ALANO: Professore, se permettete, vorrei rispondervi con una domanda (il professore annuisce che va bene): la mia domanda è questa: perché ogni giorno voi prendete sempre il medesimo pane e bevanda? Perché indossate sempre i medesimi abiti? Perché continuate ad abitare nella medesima dimora?

FERRICO: Ma queste sono cose necessarie.

ALANO: La mia risposta allora è questa: se ogni giorno, mangiate, bevete e continuate a fare le stesse cose, e ciò non vi rincresce: neanche a me rincresce, ogni giorno, portare, pregare e predicare il Santissimo Rosario, che è il pane e la bevanda, l'Armatura e il Sostegno della vita.

FERRICO: Arguta risposta la vostra! Che però non dirime il punto cardine, non ancora dimostrato, della vostra Tesi. Quale sarebbe il Segreto dell'Ave Maria che sostiene tutta la vostra costruzione teologica?

ALANO: Il Segreto pur avendolo messo come architrave invisibile della mia costruzione teologica, è un assioma che non posso svelare, posso dire solo che è legato al Mistero della Confraternita del Santissimo Rosario, dove il Tesoro delle Ave si trasforma in Frutti Gemmati di Grazie.

FERRICO: Ma perché ostinarsi a non dire qual è il cardine portante dell'intera struttura della vostra tesi, rischiando di rendere poco credibile il contenuto teologico che voi difendete, e col rischio di non diventare Dottore in Sacra Teologia?

Io ho argomenti migliori dei vostri per dire che è la Parola di Dio ciò di cui la gente ha fame, non di queste preghierine a cordicella e di questi gruppi superstiziosi che voi chiamate Confraternita del Santissimo Rosario.
Vi domando per l'ultima volta: perché mai il Rosario dovrebbe avere più privilegi della Sacra Scrittura? Se non rispondete, per me la Tesi è respinta!!!

ALANO: ...Respinta?...ma...ma...Professore...in questo momento la scena si ferma, fumo in aula ed entra una donna…rimangono illuminati solo Alano e Maelle

MAELLE: Pierre, tu devi dire qual è il segreto!!!

ALANO: Ma chi sei?

MAELLE: Sono Maelle (e una luce la inquadra mentre solleva uno scrigno)

ALANO: Noooo, Maelle, lo Scrigno noooooo!!!!!

Si spegne tutto e inizia la storia: si vede Alano bambino, che all'epoca si chiamava Pierre, correre felice con la sua corona del Rosario in mano, corre con lui una sua amichetta, Maëlle con la palla in mano.

MAËLLE: Pierre, ma sempre con questa Corona del Rosario stai? Dai, mettila in tasca e giochiamo a palla...

PIERRE: Solo due tiri però, Maëlle, è quasi ora di andare a recitare la terza Corona del Rosario…

MAËLLE: Ma ne hai detto già duemila di Rosari da stamattina…

PIERRE: Non duemila…solo due Rosari… sono tre al giorno…i Misteri Gaudiosi, quelli Dolorosi e quelli Gloriosi…

MAËLLE: Antipatico! … va bene allora mentre vai a dire il tuo trecentesimo Rosario ti preparo una sorpresina…

Alano va a recitare il Rosario…mentre la mamma e la nonna, in cappella, stanno per iniziarlo.

PIERRE: correndo trafelato con la corona dall'altra parte del palco e si accende la luce… Mamma, nonna, eccomi, possiamo iniziare il Rosario!

MAMMA: Vieni Pierre, mettiti in ginocchio in mezzo a noi…

TUTTI E TRE: Ave Maria, gratia plena, Dominus Tecum, Benedicta Tu in mulieribus, et benedictus fructus Ventris Tui Iesus Christus….Ave Maria…Santa Maria

PIERRE: Nonna, quanto è bello recitare il Rosario, mi parli dell'Ave Maria?

NONNA (sedutasi ad una sedia con la Corona in mano): Pierre, l'Ave Maria è il Cantico d'Amore di Dio Padre a Maria, quando, mediante l'Angelo Gabriele la chiese in Sposa...tutte le volte che si dice l'Ave Maria, Dio Padre apre il Cielo e fa scendere sulla terra un petalo di rosa, ossia una grazia...quando poi si recitano le 150 Ave Maria nel Rosario arriva una pioggia benefica di grazia sul mondo arso...

ALANO BAMBINO: Nonna, tu una volta mi dicesti che nell'Ave Maria del Rosario c'è un Segreto, me lo sveleresti per favore?

NONNA: Il Segreto dell'Ave Maria del Rosario ce lo tramandiamo, da più di due secoli, come un segreto di famiglia... riguarda il perché nel mondo ci sta tanto male…il perché si fa il male…chiudi gli occhi e apri gli occhi dell'anima…il male entrò nel mondo quando Adamo ed Eva disobbedirono a Dio e mangiarono il frutto dell'Albero del Peccato, allora i loro occhi si aprirono e persero il Paradiso…questo stesso fatto i greci lo raccontarono nel mito di Pandora: ella aveva ricevuto in dono dagli dei lo scrigno che conteneva tutti i mali, con l'avvertimento di custodirlo e di non aprirlo per nessun motivo, ma ella, vinta dalla curiosità, l'aprì, e i mali si riversarono sul mondo…Questo scrigno, ritrovato dai nostri avi durante le Crociate, lo custodiamo da secoli nel Casato di famiglia….Ricorda che l'Ave Maria porta in sé un segreto…ossia ha il potere di trasformare il mondo…ha il potere di riportare nel vaso di Pandora tutte le forze impazzite maligne che vagano nel mondo...ha il potere di far uscire la luce dove c'è il buio pesto (appare la luce sullo schermo), di far piovere dove c'è terra arsa (pioggia e rumore di pioggia), di far spuntare i fiori della grazia ovunque (appare un prato fiorito e si apre la porta luminosa)…perché l'Ave Maria è il più grande Canto d'Amore di uno Sposo per una Sposa: dice infatti il Cantico dei Cantici che forte come la morte è l'amore, e le grandi acque non possono spegnere l'amore né i fiumi travolgerlo".

Pierre corre felice con lo scrigno di Pandora in una mano, e, nell'altra, la sua corona del Rosario: Ave Maria...Ave Maria...Ave Maria...Ave Maria...Forze impazzite maligne io vi ordino di tornare nel vaso di Pandora (iniziano a cadere da sopra il palco petali di rosa)…

MAELLE: Eccomi qua!

PIERRE: Ah, rieccola!

MAELLE: Ti piace, Pierre, è un Rosario di rose e di gigli, l'ho intrecciata per te!

PIERRE: Maelle guarda, ogni volta che ripeto l'Ave Maria nel Rosario vedo cadere un petalo dal Cielo…Ave Maria…Santa Maria…forze impazzite tornate nel Vaso di Pandora, Ave Maria…Ave Maria (e cadono petali)...

MAELLE: oh che meraviglia...e inizia a raccogliere petali per terra e arriva ad un lato del sipario e si ferma a guardare la scena

(si fa buio…Alano si trova in una caverna dove ci sono i 15 mostri dell'inferno…Alano piange, mostra loro la Corona del Rosario, e appaiono le Regine delle Virtù… e si avvicina a Lui la Regina della Fede...

ALANO BAMBINO: Chi sei bella Regina?

REGINA DELLA FEDE (appare tra il fumo e con una croce in mano e raccoglie i petali caduti a terra..): Pierre, Io sono la Regina della Fede, una delle 15 Regine del Rosario, ogni volta che tu ripeti il Canto d'Amore dell'Ave Maria, Dio Padre apre il Cielo e fa cadere un petalo di grazia...ed io prendo ogni petalo di grazia e la porto a chi ha bisogno di un sorriso (prende qualche petalo e lo avvicina allo schermo e un uomo triste diventa felice), di un raggio di luce (appare sullo schermo un raggio di luce), di una lacrima di pentimento (appare sullo schermo una lacrima)…di un aiuto…sono Io che pianto gemme di luce nelle anime…gemme di compunzione nei peccatori…specialmente per le anime per le quali tu preghi…semina con il Rosario e la Confraternita del Rosario i chicchi delle Ave del Rosario nei cuori di chi ami…e anche per chi non conosci…col Rosario e la Confraternita hai il potere di tramutare in un prato in fiore tutta la terra, e tutti i mali per i quali pregherai ritorneranno nel vaso di Pandora…(La Regina della fede apre il vaso e una luce entra nel vaso, e lo richiude)

arriva la nonna, e Pierre prova ad indicare la visione, che scompare…)

NONNA: Pierre... sei ancora piccino per affrontare questo mondo oscuro e tagliare le nubi oscure e minacciose col coltello del Rosario, aprendo porticine e spiragli di luce...ma la Madonna del Rosario quando sarà il tempo, ti farà comprendere tutto…e mediante l'Ave del Santo Rosario agirai…attento solo che Satana ti farà guerra...e che guerra... la nonna si riprende lo scrigno di Pandora…

Poi corre a giocare felice, con la sua Corona dai 150 grani in una mano e la sua spadetta di legno nell'altra...

ALANO BAMBINO: Ave Maria, Ave Maria, Ave Maria...Voglio trasformare in un prato in fiore tutta la terra brulla e deserta…voglio allontanare quei brutti Mostri dalla terra...

MARIA SANTISSIMA: (fumo ed appare ad Alano) Pierre, io ti ho scelto per essere il mio Cantore e il mio Guerriero personale, ti voglio nell'Ordine Domenicano...

ALANO BAMBINO: (si mette in ginocchio) Ma tu sei la Madonna del Rosario, come sei bella! Sì Maria sarò il tuo Scudiero e il tuo Cantore, te lo prometto!

MARIA SANTISSIMA: Ti chiamerai non più Pierre, ma Alano...Alanus de Rupe, Alain de la Roche, Alano della Rupe...

ALANO BAMBINO: Sì Maria lo farò, se vuoi cambierò anche il mio cognome per te...

MARIA SANTISSIMA: Il cognome lo lascerai...ma non avrà più attinenza con la tua parentela, ma con Me, perché Io sono la Rupe delle Gemme di Dio...dunque tu sarai Alano della Rupe, ossia, Alano di Maria...Alano Mio Novello Sposo...

(Maria Santissima svanisce nel fumo, si fa buio…poi si accendono le luci…e si vede Alano correre felice…ed ecco avvicinarsi Maëlle con la ghirlanda di fiori intrecciati…

MAELLE: Che visione meravigliosa, Pierre…rimarrà un segreto tra me e te!

Si accendono le luci e appaiono Alano Bambino e la mamma e la nonna)

ALANO BAMBINO (prepara la sacca per partire): Mamma, nonna, voglio seguire la mia vocazione e diventare sacerdote domenicano…mi mancherà la dolce Bretagna, e mi mancherete tanto anche tu e la nonna!

MAMMA: Pierre, tuo padre e tuo fratello ti vorrebbero un grande condottiero come loro, ma anche da sacerdote sarai un uomo d'arme, combattendo il male e aprendo le vie del bene...se questa è la via tracciata per te dal Signore, segui la Sua Vocazione e non voltarti mai indietro!

NONNA: Arrivederci in Paradiso, Pierre…io sono anziana, non ti vedrò mai più sulla terra, ma ci rivedremo in Cielo...tu diventerai un grande santo…lo sento…
E si abbracciano! Alano parte per Dinan…si vede col Rosario in mano che si allontana fino a che si spengono le luci, mentre in lacrime lo salutano la mamma, la nonna e Maëlle lo abbraccia e gli mette la ghirlanda del rosario floreale al collo.

ALANO BAMBINO: davanti ai domenicani: Voglio diventare domenicano, per servire la Madonna del Rosario!

PADRE DOMENICANO: Che nome vuoi prendere in Religione, Pierre?

ALANO BAMBINO: Voglio chiamarmi Alano, come il cane che non ha paura di nulla…voglio essere il cane del Signore, come ogni domenicano che si rispetti.

PADRE DOMENICANO: Da oggi ti chiamerai Alano, Alano de la Roche. (si chiude il sipario)

BEATO ALANO ADULTO (Parigi, 1459): Voglio fare guerra all'impero di Satana…devo promuovere il Santissimo Rosario e le Sue Confraternite del Santissimo Rosario, che sono fatiscenti ovunque…forse che le 150 Ave Maria sono un prezzo troppo alto da pagare perché la miseria sparisca, perché il male svanisca…perchè torni la gioia sulla terra, perché rinasca la speranza?

SATANA (dall'altra parte del Sipario): Questo domenicano è pericolosissimo per i nostri piani…se riesce a portare quelle orrende confraternite in tutte le chiese nel mondo regnerà la pace, e tornerà la luce…cesserà la povertà e la miseria, e ogni male…e io sarò sconfitto…diavoli tutti perseguitatelo…(e tanti diavoletti gli si scagliano addosso)

ALANO: Sono sette anni che non ho pace…mi sento tutti i mali addosso…perché Dio ha permesso questa prova…Perché il Cielo mi è così avverso? Perché il Cielo è così crudele verso di me? L'inferno mi perseguita. Non so più che pensare, né che dire, né dove volgermi. Mi sentivo, o Maria, così forte del tuo Soccorso, e così sicuro del tuo Aiuto, invece, ecco, sono così misero!

SATANA gli fa vedere i quindici mostri dell'inferno, poi gli mette un coltello in mano e spinge la sua mano ad ammazzarsi ma appare Maria che dà uno schiaffo alla mano di Alano, il coltello cade e Satana si dissolve…

MARIA SANTISSIMA: Alano, Dio ha voluto che tu in questi sette anni di buio, attraversassi l'inferno…e ne sei uscito vivo... Ora e devi aiutare il mondo a liberarsene…bevi il latte prodigioso contenuto nell'Ave Maria, che è il Mio Latte, ed ecco l'Anello Sponsale dei Miei Capelli dalle 15 Gemme; e, al collo, la Catena dalle 150 Gemme del Rosario…fonda una Confraternita del Rosario, mediante essa sarai sempre libero dal diavolo e aiuterai gli altri a liberarsene, e farai entrare nel mondo le 15 Regine, mie figlie…(e scorrono sullo schermo)". (Maria SS. gli mostra la Sua Corona del Rosario): Alano, stringi la Corona del Rosario dai XV Misteri, ti porterò nella Miniera dell'Ave Maria.

Entrano nella miniera dell'Ave Maria

CANTO La Regina Umiltà scaccerà l'infernale mostro della Superbia Col diamante della purezza l'umiltà vincerà

La Regina Amicizia vincerà il Cerbero infernale dell'Invidia Col Rubino della Sapienza l'Amicizia vincerà

La Regina Gioia scaccerà l'infernale mostro dell'Accidia Con la Perla della Grazia gioia celeste vincerà

La Regina Pazienza vincerà il Serpente infernale dell'Ira Col Diaspro della Perfezione il serpente scaccerà

La Regina Misericordia con lo Zaffiro del Potere Scaccia il mostro infernale del Rospo dell'Avarizia

La Regina Astinenza scaccerà l'infernale Lupo della Gola Col Calcedonio della Misericordia il mostro della Gola vincerà

La Regina Castità vincerà il Capro infernale della Lussuria Con lo smeraldo dello sposalizio la Castità vincerà

La regina Prudenza vincerà il mostro infernale dell'Incredulità Col Sardonico del Buon Nome l'Orso dell'inferno vincerà

La Regina Giustizia scaccerà la Balena della Disperazione Con la Sardonice della Felicità la Giustizia vincerà

La Regina Fortezza col Crisolito della Salute Scaccia il mostro infernale, il Grifone della Presunzione

La Regina della Fede scaccerà l'infernale mostro dell'Odio Col Berillio della Divina Maternità l'Unicorno vincerà

La Regina Speranza vincerà il mostro infernale dell'Impenitenza Col Topazio della Ricchezza la Speranza il Corvo scaccerà

La Regina Carità vincerà la Meretrice dell'Apostasia Col Crisopasio della Salvezza la Carità vincerà

La Regina Penitenza scaccerà l'infernale mostro della Guerra Con il Giacinto Medicamentoso la Penitenza vincerà

La Regina Religione con l'Ametista della Verità Scaccia il mostro infernale il Drago dell'Empietà

Alano tira fuori la Corona del Rosario e li pone sulle figure che scompaiono tra urli sovrumani…rimane solo la Bestia della Superbia...

ALANO: Parla apertamente, tu per tutte, Bestia della Superbia".

SUPERBIA: Essa, furiosa ed deformando il volto tra spaventose rabbie e minacce, distorcendo i cupi occhi in direzioni diverse, furibonda, urlò con grande ferocia: "Maledetto il giorno che Ella ti fece venire qui. Ahimè, com'è possibile che un'ora soltanto, ha distrutto le nostre fatiche di tanti anni?"

ALANO: Dite a tutti: cos'è che vi ha stanato e vi butta fuori dal mondo?

SUPERBIA: urlando: "Ahimè, Ahimè, è stata la falsa Cantilena di quella che ci caccia via dal mondo, a causa di coloro che ogni giorno la salutano.

ALANO: E con quante Ave nel Rosario siete stanate?

SUPERBIA: "Hai ascoltato abbastanza: perché ci tormenti ancora?".

ALANO: "Lo voglio, e te lo ordino per la Potenza di Cristo e di Maria: parla!".

SUPERBIA: 150 volte, tante quante palline ci sono nella cordicella della nostra nemica".

ALANO: "La verità è uscita allo scoperto". Siete voi Mostri dell'inferno a rendere la terra ostile e invivibile...ma dovunque si recita il Rosario e vi è una Confraternita del Rosario arrivano le 15 Regine della pienezza...

E appare sullo schermo Pandora che riapre lo scrigno e rientrano i mali usciti… All'apparire di Pandora…tutti nell'Aula dicono: "OOOOHHH…IL SEGRETO E' CHE I MALI RITORNANO NEL VASO DI PANDORA!!!" Finita la visione…tutta da costruire con fumo e immagini…ritorna l'aula universitaria e Alano dice:

ALANO: La vita inizia quando finisce la paura...il Rosario vince la paura e ci ridona la vita...

CANTO E' il Santissimo Rosario ad offrire la salvezza ai peccatori A far scaturire nei cuori più riarsi sorgenti d'acqua pura

Accogliere le catene del peccato A donare gioia a chi è nel pianto

A portare pace a chi è nella prova Ad allontanar dai poveri ogni miseria

E' il Santissimo Rosario a riportare il fervore religioso Ad illuminar le menti di coloro che non sanno cosa è giusto

A far giungere vittoriosi nella vita A condurre i defunti al cielo

E' l'arcobaleno, luce che viene da Dio Che ci fa sognar la via come la vuole lui

Come i membri della Confraternita possono testimoniare:

TESTIMONE 1: Sono l'Arcidiacono Adriano, avevo perso dignità e onore…con le 150 Ave del Rosario ho ritrovato libertà, buona fama e dignità…

TESTIMONE 2: Sono Giacomo, usuraio, ero morto e le mie opere cattive erano assai superiori alle opere buone sulla Bilancia del Giudizio. I diavoli mi stavano per prendere, quando la Madonna appoggiò sul piatto delle opere buone, una corona del Rosario che portavo sempre con me…e il piatto delle opere buone prevalse sulle opere cattive. La Madonna mi riportò in vita perché mi convertissi.

TESTIMONE 3: Ero un soldato Bretone…sono stato salvato in guerra, Maria Santissima mi proteggeva come uno Scudo…

TESTIMONE 4: Sono Caterina la bella, di Roma, il Rosario mi ha liberato dalla lussuria e dalla prostituzione e dall'arte della seduzione.

TESTIMONE 5: Sono Benedetta di Spagna, vivevo nelle vanità, caddi nel degrado di me stessa, il Rosario mi ha salvata da quel mondo e mi ha ridonato dignità e bellezza…

TESTIMONE 6: Sono Lucia di Spagna, ero stata fatta prigioniera…ebbi un bambino…pregai il Rosario, e venne Gesù in persona a battezzare il mio bambino, perché nessun sacerdote era ivi e la Madonna gli fece da Madrina...

TESTIMONE 7: Sono una donna del popolo, durante la guerra tutte le case furono messe a ferro e a fuoco, ma la mia, dove si recitava il Rosario, non fu vista…

TESTIMONE 8: Sono Beatrice, pregavo il Rosario, ero fuggita dal Convento per amore, chiedendo alla Madonna del Rosario di proteggermi, la Madonna ha preso il mio posto per 15 anni…finchè non ritornai pentita al Convento, ed Ella mi ridiede l'Abito che Ella aveva vestito al mio posto, senza che alcuna si accorgesse dello scambio.

TESTIMONE 9: Sono Maria di Roma, facevo parte di tutte le associazioni di preghiera a Roma, ma quando ho scoperto la Confraternita del Santissimo Rosario, ho trovato la vera Pace.

TESTIMONE 8: Sono Maëlle, vengo da Plouer sur Rance, paese natale di Alano, o Pierre, come si chiamava da bambino…non potevo mancare al dottorato del mio amico, voglio testimoniare che Alano è il più grande Cantore della Madonna del Rosario…Pierre…Alano…ti ho portato una ghirlanda come quella che ti feci da bambino… ma stavolta d'alloro…e la mette tra le mani del Presidente…

FERRICO: Non ho nulla da aggiungere, chiedo solo al dottorando se posso tenere un secondo tra le mie mani la sua Corona del Santissimo Rosario…Ferrico si alza e si inginocchia, baciando devotamente la Corona del Rosario, la restituisce ad Alano e torna al suo posto. Credo nel Santissimo Rosario dai 15 Misteri e nella Sua Confraternita, e considero questa Tesi un vero capolavoro teologico. Il Segreto mi ha fatto conoscere gli orizzonti della fede.

PRESIDENTE: Non possiamo aggiungere di più, proclamo Alanus de Rupe, dottore in teologia, e Professore nell'Università di Rostock. E il Presidente mette la corona di alloro ad Alano tra grandi applausi …e si chiude il sipario…